AUTORI

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutti
Gianni Zanolin

Gianni Zanolin, nei suoi 58 anni, ha fatto molte cose: dirigente politico, libraio, vicepresidente e Commissario straordinario della Fiera di Pordenone. Ha promosso la nascita e lo sviluppo di cooperative sociali in zone di mafia. Docente universitario, assessore alle Politiche sociali di Pordenone, è stato vicepresidente di una rete di città europee. Ha molto amato la politica, ma oggi preferisce un impegno fuori dalle istituzioni. Negli ultimi anni ha sviluppato un forte interesse per l’antropologia delle religioni, che l’ha condotto a studiare il buddhismo mongolo ed il sincretismo religioso contemporaneo dei Maya, dedicando loro due diari di viaggio. Sposato, un figlio, Zanolin dice di sentirsi culturalmente veneto, veneziano, friulano, triestino, istriano e dalmata e di non aver avvertito alcun peso, o contraddizione, quando la vita l’ha condotto a percorrere queste complesse identità. Nel 2013 ha pubblicato Il soldatino impazzito (Edizioni L’Omino Rosso), il primo giallo con protagonista il commissario Vidal Tonelli destinato a diventare un film.

GIOVEDÌ 18 SETTEMBRE 2014 ORE 18:30
Auditorium Istituto Vendramini

Incontro con Gianni Zanolin e Natale Losi

In collaborazione con Edizioni L’Omino Rosso