Ecco i finalisti di Scrivere per Amore

Al rush finale il Premio letterario internazionale promosso dal Club di Giulietta con Fondazione Pordenonelegge.it e Crèdit Agricole FriulAdria. Sabato 30 settembre a Verona in scena "Scrivere per Amore Slam".

Sono Sandro Campani con “Il giro del miele” (Einaudi), Giorgio Fontana con “Un solo paradiso” (Sellerio) e Sergio Claudio Perroni con “Il principio della carezza” (La nave di Teseo) i finalisti della XXII edizione del Premio letterario internazionale “Scrivere per Amore”, promosso dal Club di Giulietta in partnership con la Fondazione Pordenonelegge.it e con Crédit Agricole FriulAdria. Intrecciare scrittura e amore per raccontare la forza e la complessità del legame amoroso: questo il leitmotiv del Premio che, attraverso la sua Giuria tecnica, ha selezionato i suoi finalisti fra 18 libri in gara, individuando tre opere intense e incisive per la capacità di guardare all’amore, dipanandolo al di fuori degli stereotipi, nelle sue sfumature più imprendibili. “Il giro del miele”, di Sandro Campani, è un’opera forte, piena d’amore e di dolore, di grande scrittura. E’ la storia, in verità, della fine di un amore e di una misteriosa natura appenninica che si intreccia alla vita dei protagonisti.  “Il principio della carezza”, di Sergio Claudio Perroni, è la strana storia di un’improbabile intesa fra una scrittrice e un lavavetri. Ma anche un alternarsi fra interno ed esterno, fra equilibrio e stabilità, fra attività intellettuale e lavoro manuale, tra cielo e terra, fino al momento in cui sembra non esserci più confine.  “Un solo paradiso”, di Giorgio Fontana, racconta l’amour fou, turbine che devasta e distrugge, fuoco incontrollabile sempre, inevitabilmente, collegato alla morte. Un ragazzo e una ragazza si innamorano per gioco e lentamente precipitano dentro il fuoco del sentimento, fino alla dissoluzione finale.



L’appuntamento è adesso con l’attesissimo “Scrivere per Amore Slam”, in cui i giurati veronesi si sfideranno in un dibattito pubblico in difesa del finalista preferito. Sabato 30 settembre alle ore 11.30 la Sala Farinati della Biblioteca Civica di Verona si animerà con le parole di tre sfidanti e un moderatore e con la partecipazione del pubblico, come è tradizione negli slam. «Una formula consolidata che rinnoviamo in questa XXII edizione. - spiega Giovanna Tamassia, organizzatrice del Premio - L’idea è nata alcuni anni fa grazie alla collaborazione con il Circolo dei Lettori di Verona e da allora è diventata tappa fondamentale di Scrivere per Amore». Ai tre finalisti saranno in particolare collegati, nella serata del 30 settembre, tre giurati chiamati a ‘patrocinare’ il loro ‘campione’: la giornalista e scrittrice Federica Sgaggio in favore di Sandro Campani, l’avvocato Guariente Guarienti per Giorgio Fontana e il giornalista e docente di Scienze della Comunicazione Lorenzo Reggiani in favore di Sergio Claudio Perroni”. La giuria tecnica del Premio include anche la scrittrice e traduttrice Cinzia Bigliosi, la libraia Roberta Camerlengo, la scrittrice e curatrice di eventi culturali Maria Teresa Ferrari, le giornaliste Alessandra Galetto e Vera Meneguzzo, l’avvocato Massimo Galli Righi, lo scrittore e poeta Armando Lenotti, la direttrice del Circolo dei Lettori di Verona Valeria Lo Forte, il vicedirettore del Corriere del Veneto Massimo Mamoli, il direttore artistico del Premio Scrivere per Amore Marco Ongaro, il direttore artistico del Teatro Nuovo di Verona Paolo Valerio.  L’ingresso è libero. In palio l’amarone della cantina Cesari, partner del Premio, che verrà consegnato al vincitore dello slam e al fortunato estratto tra il pubblico votante.

E intanto è già lanciata la volata verso la proclamazione finale, sabato 21 ottobre alle 18 al Teatro Nuovo di Verona, quando una prestigiosa giuria nazionale voterà il vincitore della XXII edizione: presieduti da Umberto Galimberti si pronunceranno l’artista Milo Manara, il matematico Furio Honsell, l’antropologo Giorgio Manzi, il magistrato Guido Papalia e la scrittrice Mariapia Veladiano, vincitrice dell’edizione 2016 di “Scrivere per Amore”. «L’amore è forza, – spiega il presidente di giuria Galimberti – è entusiasmo, è potenza: sia per la vita che per la scrittura: senza amore non si procede nell’ideazione, la scrittura non fluisce, l’ideazione si spegne. Quando ti innamori hai una forza che manca se l’amore viene meno. Per scrivere devi essere innamorato delle idee che ti passano per la testa. Addirittura più innamorato delle donne che ti dovessero chiamare in quel momento. Nell’amore, come diceva Platone, si compendiano verità e bellezza, kalòs agathòs».

L’edizione 2017 di Scrivere per amore è realizzata con il patrocinio del Comune di Verona, della Provincia di Verona, della Camera di Commercio e della Regione Veneto, la collaborazione della Biblioteca Civica, del Circolo dei Lettori, il sostegno di Fondazione Cattolica, Agsm, Amia e Cantina Gerardo Cesari, l’ospitalità del Teatro Nuovo e dell’Hotel Due Torri, media partner il Corriere del Veneto.

 

Info: www.premioscrivereperamore.it

Email [email protected] M +39 3358259935


ALLEGATI

INVITO SCRIVERE PER AMORE SLAM »