pordenonelegge al Salone di Torino 2018

60 protagonisti della poesia del nostro tempo in tredici incontri e in tre giorni al Salone di Torino, per il programma poesia 2018 a cura di pordenonelegge. E con 43 case editrici nello stand della regione Friuli Venezia Giulia.

I versi di Edith Bruck illuminano quest’anno lo spazio poesia al Salone Internazionale del Libro di Torino: pordenonelegge firma per il quarto anno il cartellone dedicato alle voci poetiche del nostro tempo e riunisce una sessantina di protagonisti per tredici incontri che, in tre giornate, da venerdì 11 a domenica 13 maggio, racconteranno la scena attuale della poesia siglando importanti omaggi, primo fra tutti quello a “L’infinito” di Leopardi, di cui si festeggiano i 200 anni nel 2018. E ancora le dediche ad Agota Kristof e Fernando Bandini, e le novità – collane, pubblicazioni, temi, tecniche e punti di vista – che permettono alla poesia di rinnovarsi con la forza espressiva di un linguaggio universale e contemporaneo.

Selezionato fra i “superfestival” dell’edizione 2018 del Salone, Fondazione Pordenonelegge.it anche quest’anno coordina la presenza delle case editrici del Friuli Venezia Giulia – ben 43! – e sarà a Torino con il direttore artistico Gian Mario Villalta e i curatori Alberto Garlini e Valentina Gasparet, impegnati nel coordinamento degli incontri calendarizzati fra la Sala della Poesia e lo Spazio Autori, ma anche nello spazio Teatro del Salone Off. La partecipazione è aperta a tutti con ingresso libero, anche in questa edizione fiore all’occhiello sarà la Libreria della Poesia con oltre tremila titoli fra classici, novità e “introvabili”.



Il cartellone degli incontri di poesia al salone si aprirà venerdì 11 maggio alle 12 nella Sala della poesia con “I poeti dell’A27”, presentazione, in collaborazione con Amos Edizioni, della nuova collana di poesia che sceglie brevi e intense opere con le quali fare il punto sul lavoro attuale di un autore. Interverranno Fabio Donalisio, Franca Mancinelli, Giulia Rusconi, coordinati da Igor De Marchi. Alle 15.30 nello Spazio Incontri riflettori su “Il rumore bianco della poesia”, il dialogo con due protagonisti della scena poetica italiana, Biancamaria Frabotta ed Elio Pecora, condotto da Maurizio Cucchi, curatore della preziosa collana che li ospita, Stampa 2009 edita Mondadori. E alle 17.30 nella Sala della poesia grande emozione per l’incontro che ci proietterà nella “Poesia di Edith Bruck”: con la forza e il dolore dei sopravvissuti, la parola dell’autrice rivolge il nostro sguardo verso la necessità del bene.  Insieme a Edith Bruck interverranno Rosa Maria Borraccini, Giovanna Ioli e Michela Meschini, nella conversazione condotta da Gian Mario Villalta. L’appuntamento, realizzato in collaborazione con il festival vicino/lontano e con EUM – Edizioni Università di Macerata, è focalizzato sul recentissimo volume edito EUM, Versi vissuti. Poesie (1975-1990), che raccoglie quindici anni intensi di versi e liriche. 

E alle 21.30 per Salone Off
, nello Spazio Teatro - San Pietro in Vincoli il sipario si alzerà su un vero e proprio evento scenico, “Infinito 200”: perché “L’infinito” di Leopardi compie i suoi “primi” 200 anni, e resta patrimonio comune di tutti noi. E allora per altre dodici volte lo rileggeremo insieme e ascolteremo le poesie di dodici poeti, chiamati a celebrare l’evento: sono Alberto Bertoni, Franco Buffoni, Maria Grazia Calandrone, Stefano Dal Bianco, Alba Donati, Biancamaria Frabotta, Isabella Leardini, Alberto Pellegatta, Antonio Riccardi, Davide Rondoni, Gian Mario Villalta e Nicola Vitale. Conducono la serata Roberto Cescon e Valentina Gasparet.

Sabato 12 maggio si parte alle 11.30, nella Sala della poesia, con un’incursione nella fortunata Collana Gialla edita LietoColle–pordenonelegge: l’avventura della Gialla continua con una selezione della migliore giovane poesia. Interverranno Alessandro Bellasio, Maria Borio e Naike La Biunda, introdotti da Roberto Cescon. Alle 12.30, in collaborazione con Italia-Poetry.org nello Spazio Autori un appuntamento di particolare suggestione: “Quando pronuncio la parola silenzio… “, ovvero diverse intonazioni poetiche per formare un coro di vicende femminili e per apprezzare la singolarità di differenti esperienze poetiche.  Partecipano le poetesse Maria Grazia Calandrone, Anna Maria Carpi, Roberta Dapunt, Alba Donati e Isabella Leardini, coordinano l’incontro Paolo Ruffilli e Valentina Gasparet. Alle 15.30 si torna nella Sala della poesia per “Paesaggi, ecologia, poesia”: perché ecologia e letteratura sono al centro di una conversazione, proposta in collaborazione con Carocci e Pellegrini Editore, che vuole cogliere la dimensione terrestre della parola e la puntuale collocazione della sua pronuncia. Intorno a questo tema converseranno Tiziano Broggiato, Antonio Riccardi e Niccolò Scaffai, presentati da Gian Mario Villalta. Si prosegue alle 16.30 con “La prosa verso la poesia”: per quali motivi un narratore scrive in versi e per quali altri vi rinuncia, proprio al fine di catturare quella difficile dimensione del sentire che chiamiamo poesia?  Nell’incontro realizzato in collaborazione con Einaudi e La nave di Teseo se lo chiederanno Andrea Bajani, Sergio Claudio Perroni e Dario Voltolini, intervistati da Alberto Garlini. Alle 18.30 uno dei focus più attesi: quello sulle “Poesie di Agota Kristof”, in collaborazione con Edizioni Casagrande che riunisce finalmente in volume i versi noti – eppure nuovi – di una delle scrittrici più amate dai poeti. A presentarlo, per la prima volta, saranno Vera Gheno e Paolo Mauri.  

Domenica 13 maggio il gran finale del cartellone poesia 2018 al Salone del Libro: alle 11.30 nella Sala della poesia “I poeti della Gialla Oro”: i nuovi volumi della collana aumentano la posta nella scommessa editoriale di pordenonelegge-LietoColle, proponendo queste importanti tappe nel cammino poetico di questi quattro autori. Interverranno Franco Bulfoni, Martha Canfield, Anna Maria Farabbi e Jaroslaw Mikolajewski, coordinati da Roberto Cescon.

Alle 13.30 in Sala Blu ritroveremo una “Cadenza antica e contemporanea”, quella del poeta veneto Fernando Bandini, per un omaggio doveroso attraverso le voci del curatore del volume, edito Mondadori, che ne raccoglie l’opera poetica e di due testimoni d’eccezione: Gian Luigi Beccaria, Carlo Ossola e Rodolfo Zucco converseranno dell’opera, coordinati da Alberto Garlini. Alle 15.30 nella Sala della poesia spazio a “Interlinea-Lyra giovani. Nuove voci poetiche tra vissuto e performance”, con Giovanna Cristina Vivinetto e Julian Zhara. E’ la proposta di voci poetiche che indagano aree dell’esperienza poco accolte dalla poesia ed esperienze poetiche di non facile collocazione nelle correnti categorie critiche, introduce Franco Buffoni. E alle 16.00 si chiude con “Interlinea. Il ‘Tempo riflesso’ della scrittura e della fotografia”: le immagini ci rubano il tempo della parola e ci perdiamo nella deriva che vede rarefarsi le nostre identità, oppure anche le immagini hanno bisogno delle parole per vivere? Le letture di Corrado Benigni si intercaleranno agli interventi di Franco Buffoni.

Il programma della poesia al Salone del Libro di Torino è realizzato in collaborazione con Librerie.coop, Camera di Commercio di Pordenone, Crédit Agricole FriulAdria e Regione Friuli Venezia Giulia.


ALLEGATI

Programma Poesia pordenonelegge Salone del Libro Torino 2018 »