Censimento dei poeti

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutti
Domenico Ingenito

Domenico Ingenito (Vico Equense, 1982), poeta, fotografo e traduttore (da persiano, portoghese, catalano e spagnolo), insegna lingua e letteratura persiana presso l'Università di Oxford, dove risiede, e la Harvard Summer School in Studi Ottomani. Ha partecipato a numerosi eventi di poesia in Italia e all’Estero, ed è stato pubblicato nelle principali riviste letterarie italiane e nelle raccolte antologiche degli ultimi anni, tra cui La generazione entrante. Poeti nati negli anni ottanta (ed. M. Fantuzzi, G. Ladolfi Editore, 2011). Per camminare rapidi sulle acque (Ladolfi, 2012) è la sua prima opera in versi.


E-mail: [email protected]

Sito web: http://ellisse.altervista.org/index.php?/archives/637-Domenico-Arturo-Ingenito-Per-camminare-rapidi-sulle-acque.html

Quale lavoro non può mortificarci
se non quello del miele, antico mestiere
quasi quanto l’ingiuria e la tortura?

A quel non essere nulla oggi poco
può voltare il sapere nulla fare:
rifluire del sangue nel sospiro
oppure il poco fiato dell’ansia o del timore.

Ma non temete. I morti parleranno
perché sereni voi restiate qui tra noi
coricati, rivoltati, con le labbra inumidite:

ossa che brillate in ogni terreno
favi abbandonati ai calabroni
rovinose parole di memoria
di noi questo diranno nella storia.

 

(Tratto dalla raccolta inedita Anìmula)