Censimento dei poeti

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutti
Evelina De Signoribus

Evelina De Signoribus è nata nel 1978 a San Benedetto del Tronto dove vive.  Ė laureata in Letteratura Italiana Contemporanea a La Sapienza di Roma. Alcune sue sequenze poetiche sono apparse su Nuovi Argomenti (n. 36, 2006), Il Caffè illustrato (n. 34, 2007), L’immaginazione (n. 233, 2007). Nel 2008 ha pubblicato il quaderno di racconti La capitale straniera (collana questipiccoli, Quodlibet) e nel 2009 la raccolta di poesie  Pronuncia d’inverno (Canalini e Santoni, Ancona).
In rete è presente su Nazione Indiana, AbsoluteVille, La poesia e lo spirito e Carte nel vento.


L’innaturale maniera di sopravvivere

È tanto che non mi fermo e, quando lo faccio, raramente osservo.

Mi sovviene, a tratti, il movimento della bocca, il giallo di alcune mani

ma già penso al coperchio che non trovo, all’acqua che bolle vicino.

Il moscerino affogato non mi porta all’acquitrino dove è nato.

Reggono bene, così, i miei occhi , il caduto.

Intanto il calore spira, preme soffia, brama lo spiraglio.

Delle parole, ora mi sovviene il suono, non il senso.

Allora metto una mano sul petto

e premo a cercare un più vasto dolore

ma il ventre è molle, non ascolta, non percepisce lo sforzo.

Anche il corpo ha assorbito l’innaturale maniera di sopravvivere.


Questionario

  • 1. In quale città hai studiato?
    Roma
  • 2. Vivi in una città diversa da quella in cui sei nato? Per quale motivo?
    Non vivo in una città diversa da quella in cui sono nata
  • 3. Scrivi o hai mai scritto nella parlata, nel dialetto o nella lingua minore (scegli la definizione che preferisci) del luogo in cui sei nato e/o è avvenuta la tua formazione?
    No
  • 4. Quali studi hai intrapreso? Cosa hai studiato?
    Lettere
  • 5. La tua laurea o il tuo titolo di studio hanno a che fare con il lavoro che svolgi?
    Abbastanza
  • 6. Svolgi un lavoro che ha, in qualche misura, a che fare con la tua attività di poeta?
    Dipende, insegno alle elementari,dove è possibile parlare di poesia
  • 7. Quali lingue conosci?
    Inglese e Francese
  • 8. A quali lingue accedi in originale per leggere le poesie?
    Francese e Inglese
  • 9. Che cosa pensi dell’insegnamento della poesia nella scuola?
    è fondamentale, ma se l'insegnante non è appassionato, può diventare una forzatura
  • 10. Al di là dell’interesse legato alle tue esigenze di informazione, ti piace leggere libri di poesia?
  • 11. Puoi quantificare il numero annuale?
    Una quindicina letti approfonditamente, di più letti male.
  • 12. Quale genere di altri libri ami leggere?
    Romanzi
  • 13. Qual è il tuo rapporto con la letteratura classica antica (greca e latina)?
    Non abbastanza approfondito purtroppo
  • 14. E con i classici dell’Otto e Novecento?
    Approfondito
  • 15. Quali sono i poeti della tradizione novecentesca che ritieni essenziali per la tua formazione poetica? Per quali motivi?
    Caproni, Giudici, Zanzotto, Gatto
  • 16. E quali sono le tre opere poetiche pubblicate a partire dal 2000, e scritte da poeti nati dagli anni ’70 in poi, che per te sono particolarmente importanti?
    Nessuna in particolare
  • 17. Ti occupi di promuovere la letteratura e la poesia attraverso iniziative pubbliche?
    Quando posso organizzo alcune presentazioni di libri
  • 18. Quale ruolo hanno la rete e i social network nel tuo occuparti di poesia?
    di passa parola, divulgazione
  • 19. Hai un blog?
    no
  • 20. Collabori per riviste on line e/o cartacea?
    sì: Istmi, tracce di vita letteraria
  • 21. C’è, nella tua opinione, spazio per un ruolo pubblico del poeta nella società di oggi?
  • 22. Conosci realtà diverse dalla nostra, per quanto riguarda il ruolo pubblico dei poeti, fuori d’Italia?
    No
  • 23. Pensi che si potrebbe intervenire sulla politica culturale attuale e, se sì, in quale modo?
    No