Censimento dei poeti

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutti
Lucrezia Lerro

Lucrezia Lerro è nata il 06/07/1977 a Omignano (Salerno). Vive a Milano.  Si è laureata in Scienze dell’Educazione e in Psicologia. Sue poesie sono apparse su “Nuovi Argomenti”, nell’”Almanacco dello Specchio”, nell’antologia Nuovissima poesia italiana (Oscar Mondadori) e nel libro L’amore dei nuotatori. Ha pubblicato i romanzi Certi giorni sono felice, Il rimedio perfetto, La più bella del mondo, La bambina che disegnava cuori, Sul fondo del mare c’è una vita leggera, tutti per Bompiani.


E-mail: [email protected]

La morte di Giuseppe

Mio padre, il fumatore

si ammalò e non lavorò mai più.

Noi ripariamo la sua cartapesta

con i chiodi e il martello,

un fratello dopo l’altro.

 

Mio padre mi abbraccia ancora

e mi dice di suo fratello Giuseppe,

il primogenito giovane e bello

che partì dal Sud verso Torino.

 

Giuseppe trovò un impiego

in una sartoria del centro

come apprendista sarto.

A Giuseppe spettò l’esilio

e un buco trovato a caso

per riposare come un topo.

 

Mastico una briciola perduta

dalla bestiola impaurita.

Ripenso a mio padre che divorava

e fumava ogni cosa.

 

Io non so recitare, né imbrogliare

né lavorare. Sono soltanto

una che ha deciso di scappare.

 

D’inverno al paese scannano i maiali.

Assicurano un anno di avanzi

con un giorno di bruciature e lamenti.