Censimento dei poeti

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutti
Paolo Maccari

Paolo Maccari (Colle di Val d’Elsa, 1975) è poeta e critico lettarario. Nel 2000 ha pubblicato, con prefazione di Luigi Baldacci, la raccolta di versi Ospiti (Manni), nel 2006 la plaquette Mondanità (L'obliquo), poi confluita nel volume Fuoco amico (Passigli). Ha introdotto e curato diverse opere di autori otto-novecenteschi; è autore di un’ampia monografia su Bartolo Cattafi: Spalle al muro (2003) e di un libro su Dino Campana, Il poeta sotto esame (2012). Collabora, con saggi e articoli militanti, a quotidiani e  periodici specializzati.

E-mail: [email protected]

Le prede migliori

È quasi sera e sembra notte:

ci si affida alle scie dei fari

al rimbombo dei suoni

al turbamento della foresta

che si prepara alla caccia o alla fuga

nella lunga giostra

della poca vista.

 

Sviene

a qualcuno il cuore

a qualcuno rimane

solo l’udito e come un senso

                                            la paura.

 

C’è chi ripara sotto l’assenso

alla tortura

del cielo ancora acceso

balbettante e immenso.

 

Sono le prede migliori

degli sguinzagliati:

anime imbambolate

e pronte, languidamente grate

della cattura