Censimento dei poeti

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutti
Veronica Fallini

Molto di quello che vedi non esiste o manca

e mi rimane sulla punta della lingua

la selva di cose senza nome

che si spalanca dal fondo

con grido di battaglia –

rimane vuota la mia fame

insaziata del voltaggio accelerato

dell’incommensurabilità dell’aria –

l’aritmetica ha ragioni letterarie

lo sa la febbre che mi ha

scavato una soglia nel costato

e mi calza col suo piede d’animale