Censimento dei poeti

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutti
Cristina Laghi

Cristina Laghi (Faenza 1979) scrive poesie fin dall'infanzia.
E' un'insegnante di lettere, appassionata lettrice e fruitrice d'arte.
Ha pubblicato diverse raccolte, tra le quali Affetti speciali (2005), Maschera inquieta (2008) e Nei pomeriggi d'amore (2011), edite presso la Società editrice "Il ponte Vecchio" di Cesena.
Socio fondatore della Libera Accademia degli Evasi, ha firmato il manifesto di Neormalità artistica.


E-mail: [email protected]

Gilberto

Poesia tratta da "Nei pomeriggi d'amore"
 

Fuggirò quest'ombra un giorno
quando sarò tanto alto
da disperdere le nubi
 

le mie mani costruiranno grattacieli
dove riposare
le mie fatiche
la mia bocca canterà le melodie
degli acquitrini
dove concertano le rane
sarò una cicala
in mezzo al grano
bruciato dal mese
in cui ho conosciuto il sole
siederò sul suo carro
e ne condurrò i cavalli
fino a sera
per regalarle nuove stelle
e attenuare
quel respiro
senza vento
che è come chiudere gli occhi
in un letto troppo grande
in una stanza tanto piena
senza finestre
dove l'eroe
compie l'impresa
avvinghiato
a un lembo di lenzuolo


Questionario

  • 1. In quale città hai studiato?
    A Ravenna.
  • 2. Vivi in una città diversa da quella in cui sei nato? Per quale motivo?
    Si, per amore delle colline.
  • 3. Scrivi o hai mai scritto nella parlata, nel dialetto o nella lingua minore (scegli la definizione che preferisci) del luogo in cui sei nato e/o è avvenuta la tua formazione?
    No.
  • 4. Quali studi hai intrapreso? Cosa hai studiato?
    Liceo classico alle superiori, Conservazione dei Beni culturali all'università.
  • 5. La tua laurea o il tuo titolo di studio hanno a che fare con il lavoro che svolgi?
    Si, insegno.
  • 6. Svolgi un lavoro che ha, in qualche misura, a che fare con la tua attività di poeta?
    Direi di si, mi è di supporto.
  • 7. Quali lingue conosci?
    Italiano e francese.
  • 8. A quali lingue accedi in originale per leggere le poesie?
    Qualche volta ho letto in francese.
  • 9. Che cosa pensi dell’insegnamento della poesia nella scuola?
    Penso che sia importante ma difficile.
  • 10. Al di là dell’interesse legato alle tue esigenze di informazione, ti piace leggere libri di poesia?
    Si.
  • 11. Puoi quantificare il numero annuale?
    Dipende dall'anno, a volte uno altre dieci.
  • 12. Quale genere di altri libri ami leggere?
    Narrativa, biografie storiche, una particolare passione per Philip K. Dick.
  • 13. Qual è il tuo rapporto con la letteratura classica antica (greca e latina)?
    Le ho amate entrambe, in particolare quella greca.
  • 14. E con i classici dell’Otto e Novecento?
    In passato ne ho letti diversi.
  • 15. Quali sono i poeti della tradizione novecentesca che ritieni essenziali per la tua formazione poetica? Per quali motivi?
    Sono tanti. Per citarne solo alcuni...Ungaretti per l'uso della parola, Montale per il linguaggio e la poetica, e poi ancora Cardarelli, Quasimodo, Penna...
  • 16. E quali sono le tre opere poetiche pubblicate a partire dal 2000, e scritte da poeti nati dagli anni ’70 in poi, che per te sono particolarmente importanti?
    Ai posteri l'ardua sentenza.
  • 17. Ti occupi di promuovere la letteratura e la poesia attraverso iniziative pubbliche?
    Si, attraverso la Libera Accademia degli Evasi.
  • 18. Quale ruolo hanno la rete e i social network nel tuo occuparti di poesia?
    Pubblicitario.
  • 19. Hai un blog?
    No.
  • 20. Collabori per riviste on line e/o cartacea?
    È capitato.
  • 21. C’è, nella tua opinione, spazio per un ruolo pubblico del poeta nella società di oggi?
    Potrebbe aiutarci a rimanere in connessione con noi stessi e con la nostra essenzialità umana.
  • 22. Conosci realtà diverse dalla nostra, per quanto riguarda il ruolo pubblico dei poeti, fuori d’Italia?
    Conosco realtà dove esiste o esisteva un diverso rapporto con la poesia.
  • 23. Pensi che si potrebbe intervenire sulla politica culturale attuale e, se sì, in quale modo?
    Penso che ci sia sempre un margine.