Censimento dei poeti

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutti
Valentino Ronchi

Valentino Ronchi (Milano 18.03.1976) in poesia ha pubblicato Canzoni di bella vita (Lampi di stampa 2006 e 2008, Premio “Il Ceppo Opera Prima” Pistoia e “Poesia giovane” Fiume Veneto) e Anna e Mélanie (Lampi di stampa 2013). Ha vinto il “Montale” per la poesia inedita e l’”Arturo Loria” per prosa inedita. Cura la collana di poesia Festival per Lampi di Stampa. Nel 2005 ha pubblicato una monografia su Lévinas con Cristina Canzi, nel 2012 per De Agostini un volume sui 130 anni delle Rubinetterie Stella, nel 2013 un romanzo per Foschi editore, “Premio Città di Forlì” per romanzo inedito. Abita a Melzo.


E-mail: [email protected]

Sala di lettura

D’abord, l’ennui se laisse volontiers attirer

par l’écart qui est entre le personnage et

la personne: le moi sociable voit tristement

le vide entre son apparence mondaine

et sa réalité profonde, et il prend conscience

alors de sa solitude. La sala di lettura è quasi

piena. Mi piacciono i professori in giacca

chiara sfiniti dalle letture, piegati sui fogli

e le ragazze che devono trovare la posizione

fra il seno nella camicia e il testo davanti

sul tavolo, e hanno addosso un buon profumo,

come fossero venute lì anche ma non solo

per farsi portar via, magari da un ragazzo

alto e pensoso che legge Merleau-Ponty

e che glielo decanti, prima del resto. Ecco

che cosa si cerca, di adeguare le nostre

braccia magre alla forza delle idee.

 

 

Da Canzoni di bella vita, Lampi di stampa 2008