Censimento dei poeti

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutti
Tommaso Lisa

Tommaso Lisa (Firenze 1977); in versi: Pornopoemi (2004), rebis.periferiche (2005), Trilorgìa (2006) e Atletiche (2011). Sillogi in Nodo sottile 2 (2001) e Ottavo quaderno di poesia italiana (2004). Ha diretto “L’Apostrofo” (2001) e “Re:” (2006). In prosa: Liseto e il treno. Storia del trasporto in una valle (2012). Critica; Scritture del riconoscimento. Su O.S.R. di Valerio Magrelli (2004), Pretesti ecfrastici. Edoardo Sanguineti e alcuni artisti (2004) e Le «Poetiche dell’oggetto» da Luciano Anceschi ai Novissimi (2006). Come entomologo, Cicindelidae del Mediterraneo (2000).


Dildò

Una luce che penetra

lastre olivastre da dietro le tende

del bungalow Valtur, e sale e scende

l’aspro diaspro, la pietra

del suo amuleto che dal collo pende

e s’incastona, suona,

in un freddo bagliore, la incorona,

quasi icona perfetta,

nelle orbite scure un poco scavate

dal sole dell’estate,

ancora non sospetta

la sua fragile età

dentro il cielo concluso degli istanti,

che presto monterà

l’età dei rimpianti.


Questionario

  • 1. In quale città hai studiato?
    Firenze
  • 2. Vivi in una città diversa da quella in cui sei nato? Per quale motivo?
    No
  • 3. Scrivi o hai mai scritto nella parlata, nel dialetto o nella lingua minore (scegli la definizione che preferisci) del luogo in cui sei nato e/o è avvenuta la tua formazione?
    No
  • 4. Quali studi hai intrapreso? Cosa hai studiato?
    Lettere e Filosofia (vecchio ordinamento). Laurea e dottorato in italianistica.
  • 5. La tua laurea o il tuo titolo di studio hanno a che fare con il lavoro che svolgi?
    No
  • 6. Svolgi un lavoro che ha, in qualche misura, a che fare con la tua attività di poeta?
    No
  • 7. Quali lingue conosci?
    Italiano, Francese, Inglese
  • 8. A quali lingue accedi in originale per leggere le poesie?
    Francese
  • 9. Che cosa pensi dell’insegnamento della poesia nella scuola?
    --
  • 10. Al di là dell’interesse legato alle tue esigenze di informazione, ti piace leggere libri di poesia?
    non sempre
  • 11. Puoi quantificare il numero annuale?
    22
  • 12. Quale genere di altri libri ami leggere?
    saggi di estetica della percezione, archeologia industriale, entomologia (lepidotteri e coleotteri), modellismo ferroviario, storia della resistenza, aeronautica da guerra
  • 13. Qual è il tuo rapporto con la letteratura classica antica (greca e latina)?
    sporadico
  • 14. E con i classici dell’Otto e Novecento?
    ottimo
  • 15. Quali sono i poeti della tradizione novecentesca che ritieni essenziali per la tua formazione poetica? Per quali motivi?
    - Baudelaire, Pascoli, D'Annunzio, Crepuscolari, Montale, Sanguineti, Magrelli.
    - Oggettualità, specificità dl linguaggio, fenomenologia.
  • 16. E quali sono le tre opere poetiche pubblicate a partire dal 2000, e scritte da poeti nati dagli anni ’70 in poi, che per te sono particolarmente importanti?
    Non particolarmente (reputo autori interessanti Simonelli, Gezzi, Matteoni).
  • 17. Ti occupi di promuovere la letteratura e la poesia attraverso iniziative pubbliche?
    Non più
  • 18. Quale ruolo hanno la rete e i social network nel tuo occuparti di poesia?
    Alto
  • 19. Hai un blog?
    No
  • 20. Collabori per riviste on line e/o cartacea?
    Non più
  • 21. C’è, nella tua opinione, spazio per un ruolo pubblico del poeta nella società di oggi?
  • 22. Conosci realtà diverse dalla nostra, per quanto riguarda il ruolo pubblico dei poeti, fuori d’Italia?
    No
  • 23. Pensi che si potrebbe intervenire sulla politica culturale attuale e, se sì, in quale modo?
    Sì. Impegnandosi politicamente, con competenze economiche e legislative, tecniche, che vadano oltre le competenze relative alla poesia.