TUA E DI TUTTI

Tommaso Di Dio

Collana Gialla edita da LietoColle e Fondazione pordenonelegge.it


Tommaso Di Dio
Tua e di tutti
Dove dormi. Questo viso che tieni fermo
nel sonno; con gli occhi chiusi
sulla pelle. E la sera poi
un cielo d’alberi dalla finestra fuori.
Dove dormi, tu non puoi
adesso dire se non
piegare la schiena, le palpebre. Splendente
corpo tuo, respiro
pelle; per un istante nel nero delle foglie
la notte, la bocca perduta
e ritrovata nel viso.