Scuola di scrittura creativa 2017

UN MONDO DI STORIE

Giunto alla sua VIII edizione, pordenonescrive continua l’esperienza di innovazione sperimentata l’anno passato. Innanzitutto i due cicli principali di lezioni, verranno tenuti da due dei più amati scrittori italiani contemporanei: Marco Missiroli e Sandrone Dazieri. A Missiroli verrà dato il compito di insegnare quanto si può inserire della propria biografia nella fiction. Per un aspirante scrittore uno dei temi e forse ostacoli principali è spesso cogliere il discrimine fra romanzo e biografia, fra storia personale e finzione: la letteratura si nutre di realtà, ma attraverso codici diversi a seconda dell’aderenza del testo alla concretezza della propria esperienza. Sandrone Dazieri, scrittori di noir e sceneggiatore, farà entrare i corsisti dentro il lavoro che serve per creare una narrazione cinematografica o televisiva: dalla prima idea, allo sviluppo, alla creazione dei personaggi, per arrivare alla concretezza di una sceneggiatura. Un viaggio dentro l’immaginario noir e poliziesco, scoprendo anche cosa è cambiato rispetto alla tradizione.
Giulio Mozzi e Omar Monestier proporranno invece due lezioni monografiche: Giulio Mozzi, uno dei pochi veri talent scout italiani, si soffermerà sull’editing: il processo che porta un manoscritto a diventare un vero e proprio libro. Mentre Omar Monestier, direttore del Messaggero veneto, ci parlerà della scrittura giornalistica, e cioè come riuscire a concordare i fatti e la realtà con le necessità di un racconto.
Per finire, i due curatori di pordenonescrive, Alberto Garlini e Gian Mario Villalta entreranno nel vivo del laboratorio di quattro grandi scrittori contemporanei, Michael Cunningham, Jeffrey Eugenides, J.M Coetzee e Alice Munro, analizzando in modo approfondito alcuni loro romanzi: Le ore, Middlesex, Vergogna e Nemico, amico, amante. Da uno sguardo più generale si passerà quindi a un esame dettagliato di una singola opera, per sviscerarne i punti di forza e le soluzioni innovative, cogliendo la portata di una mente creativa al lavoro.
Concludendo, pordenonescrive, la scuola di scrittura creativa di pordenonelegge.it, è una proposta di assoluto rilievo, che in 30 ore di lezione, offrirà uno sguardo coinvolto e coinvolgente sulla passione di ascoltare e scrivere storie.

Il corso è riconosciuto come iniziativa formativa per il personale della scuola da decreto a firma del dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale protocollo MIUR.AOODRFVG.REGISTRO UFFICIALE(U). 0010974. 21-10-2016. Il corso rientra tra le iniziative per le quali si può utilizzare il bonus insegnanti.

CALENDARIO CORSO


Venerdì 27 gennaio 18.00 – 21.00
Sabato 28 gennaio 10.00 – 13.00
Venerdì 3 febbraio 18.00 – 21.00
Sabato 4 febbraio 10.00 – 13.00 e 15.00 – 18.00
Venerdì 10 febbraio 18.00 – 21.00
Sabato 11 febbraio 10.00 – 13.00
Venerdì 17 febbraio 18.00 – 21.00
Sabato 18 febbraio 10.00 – 13.00 e 15.00 – 18.00

PROGRAMMA DETTAGLIATO



Venerdì 27 gennaio, 18.00 – 21.00
Alberto Garlini
Le ore.
Michael Cunningham e i tempi narrativi


Sabato 28 gennaio, 10.00 – 13.00
Gian Mario Villalta
Vergogna.
Il tema del conflitto in J.M. Coetzee


Venerdì 3 febbraio, 18.00 – 21.00
Sandrone Dazieri
Scrivere una sceneggiatura.
Noir, poliziesco, cinema e televisione


Sabato 4 febbraio 10.00 – 13.00
Sandrone Dazieri
Scrivere una sceneggiatura.
Noir, poliziesco, cinema e televisione


Sabato 4 febbraio 15.00 – 18.00
Gian Mario Villalta
Nemico, amico, amante
Scrivere un racconto con Alice Munro.


Venerdì 10 febbraio, 18.00 – 21.00
Marco Missiroli
Prima o terza persona: quanto mettere della propria vita in un romanzo.


Sabato 11 febbraio, 10.00 – 13.00
Marco Missiroli
Prima o terza persona: quanto mettere della propria vita in un romanzo.


Venerdì 17 febbraio, 18.00 – 21.00
Giulio Mozzi
L’editing


Sabato 18 febbraio, 10.00 – 13.00
Omar Monestier
La scrittura giornalistica. Fatti, realtà, racconto.


Sabato 18 febbraio, 15.00 – 18.00
Alberto Garlini
Middlesex.
L’immaginario simbolico in Eugenides

QUOTA DI ADESIONE, ISCRIZIONI, SEDE


Quota di adesione: 380,00 euro
200,00 € di acconto da versare subito e contestualmente all’iscrizione attraverso bonifico bancario.
180,00 € di saldo dopo nostra conferma. Per altre modalità di pagamento contattaci al numero 04341573100.
Qualora il corso non avesse svolgimento, la quota versata come acconto verrà completamente restituita.

Il corso è riconosciuto come iniziativa formativa per il personale della scuola da decreto a firma del dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale protocollo MIUR.AOODRFVG.REGISTRO UFFICIALE(U). 0010974. 21-10-2016. Il corso rientra tra le iniziative per le quali si può utilizzare il bonus insegnanti.

Per iscriverti clicca qui, raccoglieremo le adesioni fino a venerdì 20 gennaio dopo quella data contattaci per verificare se c’è ancora posto.

SEDE: Palazzo Badini, Via Mazzini 2 Pordenone

Per qualsiasi informazione aggiuntiva rivolgersi a Fondazione Pordenonelegge.it, Via Mazzini 2 – Pordenone.
Telefono 0434.1573200 mail [email protected]

I DOCENTI


Marco Missiroli è nato a Rimini nel 1981. Con il suo romanzo d’esordio, Senza coda (Fanucci, 2005), ha vinto nel 2006 il premio Campiello Opera prima. Per Guanda ha pubblicato Il buio addosso (2007), Bianco (2009; premio Comisso e premio Tondelli) e Il senso dell’elefante (2012; premio Selezione Campiello 2012, premio Vigevano e premio Bergamo). Per Feltrinelli, il best seller Atti osceni in luogo privato (2015; Premio Mondello 2015). È tradotto in Europa e negli Stati Uniti. Scrive per il “Corriere della Sera”.

Sandrone Dazieri (Cremona 1964) ha iniziato a scrivere dopo aver intrapreso numerosi mestieri, dal cuoco al facchino. Oltre ai gialli del Gorilla - Attenti al Gorilla (1999), La cura del Gorilla (2001, da cui è stato tratto un film), Gorilla Blues (2002) e Il Karma del Gorilla (2005) - ha scritto i romanzi: È stato un attimo (Mondadori 2006), Bestie (Verdenero 2007), Cemento armato (Mondadori 2007), La bellezza è un malinteso (Mondadori 2010), Le madri atroci (Feltrinelli 2012) e Uccidi il Padre (Mondadori 2014).
È autore di sceneggiature per il cinema e per la televisione

Omar Monestier è nato a Belluno nel 1964. Nell'Agosto 1997 assume l'incarico di vicedirettore de "Il Mattino di Padova". Nel Maggio 2000 diviene condirettore de "Il Mattino di Padova", con ruolo di coordinatore delle testate ad esso collegate: “la Tribuna di Treviso” e “la Nuova di Venezia e Mestre”. Dirige "Il Mattino di Padova" dal Giugno 2005 fino al Marzo 2012. Da fine 2011 a Marzo 2012 è anche direttore del “Corriere Delle Alpi” di Belluno. E ora è direttore del Messaggero Veneto

Giulio Mozzi è nato nel 1960. Abita a Padova. Ha pubblicato sei raccolte di racconti, un paio di libri in versi, un paio di pamphlet politico-teologici, un paio di manuali di scrittura e narrazione (scritti con Stefano Brugnolo), e altre cose. Il suo libro più recente è Favole del morire, Laurana 2015. Dal 2000 cura il "bollettino di letture e scritture" vibrisse (probabilmente la più "antica" tra le pubblicazioni letterarie nel web italiano). Insegna scrittura e narrazione dal 1993 e nel 2011 ha dato il via, a Milano, alla Bottega di narrazione. Dal 1998 lavora come consulente editoriale (dopo Theoria, Sironi ed Einaudi Stile Libero, attualmente per Marsilio).

Alberto Garlini è nato a Parma nel 1969, abita da molti anni in Friuli. Ha pubblicato i romanzi Una timida santità (Sironi Editore 2002, Premio Vigevano), Fùtbol Bailado (Sironi 2004, Christian Bourgois Editeur 2008), Tutto il mondo ha voglia di ballare (Mondadori 2007), Venise est une fête (Christian Bourgois Editeur 2010), La legge dell’odio (Einaudi 2012, Gallimard 2013). Il suo ultimo romanzo è Piani di vita, per Marsilio.

Gian Mario Villalta è nato a Visinale di Pordenone nel 1959. Ha scritto in poesia: Vedere al buio (Sossella 2007), Vanità della mente (Specchio Mondadori 2011) con cui ha vinto il Premio Viareggio 2011, e Telepatia (Lietocolle 2016). Di critica, ha scritto Il respiro e lo sguardo. Un racconto della poesia italiana contemporanea (Rizzoli 2005), ha curato l’Oscar Mondadori degli Scritti sulla Letteratura (2001) di Andrea Zanzotto e, con Stefano Dal Bianco, la pubblicazione del Meridiano Mondadori dedicato a Zanzotto. Ha pubblicato i romanzi Tuo figlio (Mondadori 2004), Vita della mia vita (Mondadori 2006, Gallimard 2008), Alla fine di un’infanzia felice (Mondadori 2013), Satyricon 2.0 (Mondadori 2014) e recentemente Scuola di felicità (Mondadori 2016).

CONDIZIONI PER L’ADESIONE


L’iscrizione viene considerata solo dopo il versamento dell’acconto di € 200,00 (iva compresa).

Il pagamento deve avvenire mediante bonifico bancario intestato a Fondazione Pordenonelegge.it presso
Banca di Credito Cooperativo Pordenonese, Agenzia 3 – Via Mazzini Pordenone

IBAN IT37H 08356 12503 0000 0004 0391

Causale: Acconto scuola scrittura 2017 + Nome partecipante


Altre forme di pagamento posso essere concordate con gli uffici di Fondazione Pordenonelegge.it contattando il numero 0434.1573200.

Il saldo dovrà essere versato alla conferma del corso.

L’eventuale rinuncia alla partecipazione al corso deve essere comunicata per iscritto a [email protected] entro giovedì 19 gennaio 2017: la mancata comunicazione nei termini comporterà l’integrale fatturazione della quota di partecipazione.

Il corso si svolgerà solo al raggiungimento del numero minimo di partecipanti. Entro la data del 20 gennaio 2017 verrà inviata debita comunicazione agli iscritti. Qualora il corso non abbia svolgimento per mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti la quota di acconto versata verrà interamente restituita. I dati necessaria alla restituzione verranno richiesti agli iscritti contestualmente alla comunicazione dell’annullamento.

SIAMO AL COMPLETO

Se volete lasciare il vostro nominativo per essere informati sulle prossime iniziative scrivete a [email protected] o telefonate al numero 04341573100