TRADURRE LA NARRATIVA 2015

A ottobre una nuova iniziativa formativa di pordenonescrive: Tradurre la narrativa.
Da sempre la letteratura è frutto sia delle opere scritte in lingua che delle traduzioni di capolavori delle letterature straniere. Grandi autori come Milan Kundera affermano che il romanzo è quasi sempre una traduzione, e che non esiste la storia del romanzo in un’unica lingua, ma esiste invece quello di un ambiente che è naturalmente plurilinguistico. Questo per dire che sebbene la traduzione sia una attività vicaria, ha al tempo stesso ripercussioni fortissime nella storia linguistica e letteraria di un paese.
Come si diventa traduttori? Attraverso quali percorsi? E qual è lo specifico di questa artigianato letterario?

Tradurre la narrativa, un corso pratico di 48 ore rivolto a tutti coloro che desiderano confrontarsi con le difficoltà del tradurre letteratura, intende rispondere a queste domande attraverso l’intervento di grandi traduttori e di editor.
Il corso mira inoltre a professionalizzare i corsisti grazie a un rapporto di collaborazione con le case editrici HarperCollins - Italia e Marsilio, che valuteranno i migliori saggi prodotti e se li troveranno soddisfacenti proporranno dei contratti ai corsisti più meritevoli.

Il corso è composto da:
- 24 ore di laboratorio di traduzione dall’inglese e dal francese, condotte da Matteo Colombo (inglese) e Margherita Botto (francese), in cui si lavorerà principalmente su testi di narrativa contemporanea. I docenti assegneranno per casa alcuni brani da tradurre che verranno poi discussi collettivamente in aula. È necessario scegliere una lingua tra inglese e francese poiché i laboratori si svolgeranno in contemporanea.
- 24 ore di seminari comuni con Anna Nadotti, Anna Mioni, Jacopo De Michelis, Massimo Bocchiola, Federica Manzon e Lavinia Azzone per confrontarsi sul rapporto tra traduttore e testo, capire quali sono gli strumenti di lavoro del traduttore, come funziona una casa editrice, i criteri in base ai quali vengono scelti i libri da tradurre e i requisiti richiesti a una traduzione, e per fare pratica sull'editing e sulla redazione di una scheda di lettura.

Date del corso
30 e 31 ottobre 2015 – seminari comuni
6 e 7 novembre 2015 – laboratori
13 e 14 novembre 2015 – seminari comuni
20 e 21 novembre 2015 – laboratori
27 e 28 novembre 2015 – seminari comuni
11 e 12 dicembre 2015 - laboratori

Ci sono ancora posti disponibili per il laboratorio di francese.
Il laboratorio di inglese è al completo: compila e invia ugualmente il form se sei interessato a ricevere in anteprima le informazioni sulle future iniziative formative riguardanti la traduzione.

PROGRAMMA DEL CORSO


LEZIONI


Venerdì 30 ottobre dalle ore 15.00 alle ore 19.00
Il traduttore che legge. Conversazione con Anna Nadotti
Sabato 31 ottobre dalle ore 9.00 – alle ore 13.00
La filiera del libro e gli strumenti del traduttore. Seminario con Anna Mioni

Venerdì 06 novembre dalle ore 15.00 alle ore 19.00
Laboratorio dall’inglese con Matteo Colombo e dal francese con Margherita Botto
Sabato 07 novembre dalle ore 9.00 – alle ore 13.00
Laboratorio dall’inglese con Matteo Colombo e dal francese con Margherita Botto

Venerdì 13 novembre dalle ore 15.00 alle ore 19.00
Scouting e rapporto casa editrice – traduttore. La revisione del testo. Seminario con Jacopo De Michelis
Sabato 14 novembre dalle ore 9.00 – alle ore 13.00
Tradurre il parlato. Seminario con Massimo Bocchiola

Venerdì 20 novembre dalle ore 15.00 alle ore 19.00
Laboratorio dall’inglese con Matteo Colombo e dal francese con Margherita Botto
Sabato 21 novembre dalle ore 9.00 – alle ore 13.00
Laboratorio dall’inglese con Matteo Colombo e dal francese con Margherita Botto

Venerdì 27 novembre dalle ore 15.00 alle ore 19.00
La redazione di una scheda di lettura. Seminario con Federica Manzon
Sabato 28 novembre dalle ore 9.00 – alle ore 13.00
Traduttore e revisore a confronto. Seminario con Lavinia Azzone

Venerdì 11 dicembre dalle ore 15.00 alle ore 19.00
Laboratorio dall’inglese con Matteo Colombo e dal francese con Margherita Botto
Sabato 12 dicembre dalle ore 9.00 – alle ore 13.00
Laboratorio dall’inglese con Matteo Colombo e dal francese con Margherita Botto

QUOTA DI ADESIONE E REQUISITI DI ISCRIZIONE


La quota di adesione è di 690,00 euro
Le iscrizioni devono pervenire entro e non oltre lunedì 5 ottobre 2015 compilando l’apposito modulo online, disponibile su questo sito da martedì 21 luglio.
Al form di iscrizione verrà chiesto di allegare anche il proprio curriculum vitae.

I requisiti per accedere al corso sono una buona conoscenza della lingua di partenza e soprattutto un’ottima padronanza della lingua italiana.

Il corso è a numero chiuso e prevede 18 persone per laboratorio.
Al termine del corso sarà rilasciato un attestato di partecipazione.

La sede di svolgimento sarà nel centro di Pordenone in luogo facilmente e velocemente accessibile a piedi o con i mezzi pubblici locali.

I DOCENTI


Lavinia Azzone nata a Roma ne 1979. Laureata in Lettere moderne, dal 2003 lavora in ambito editoriale. È stata start-up di ISBN Edizioni, dal 2006 è capo redattore ed editor di narrativa italiana per le edizioni nottetempo. Ha collaborato con Voland, Playground e Emons Libri.

Massimo Bocchiola è nato e vive a Pavia. È traduttore di opere di numerosi autori, fra i quali citiamo Rudyard Kipling, Samuel Beckett, F.S. Fitzgerald, Thomas Pynchon, Paul Auster, Martin Amis, Joseph O'Connor, Irvine Welsh, Charles Bukowski e Tim Parks. Per la sua attività, nel 2000 ha ricevuto il Premio Nazionale per la Traduzione del ministero per i Beni Culturali. Insegna Traduzione letteraria. Ha curato la nuova traduzione de L'Isola del Tesoro pubblicata da Einaudi nel 2014. Ha pubblicato il saggio-memoir Mai più come ti ho visto (Einaudi Stile Libero 2015), il romanzo Il treno dell'assedio (Il Saggiatore 2014), le raccolte di poesie Al ballo della clinica (Marcos y Marcos 1997), Le radici nell'aria (Guanda 2004) Mortalissima parte (Guanda 2007), e alcuni saggi storici.

Margherita Botto ha insegnato lingua e letteratura francese presso le università di Pavia, Sassari e Bergamo. Ha esordito come traduttrice di saggistica, dal francese e dall’inglese, alla fine degli anni Settanta, collaborando con le case editrici Einaudi, Edizioni di Comunità, Il Saggiatore, Cortina, Adelphi, con la Fondazione Olivetti. Dal 2000 si è dedicata soprattutto alla narrativa francese, prevalentemente per la casa editrice Einaudi, ma anche per gli editori Nottetempo, Bollati Boringhieri, Baldini& Castoldi, Ippocampo. Fra gli autori tradotti, Fernand Braudel, Marc Fumaroli, Lubomir Doležel, Ph. G. Zimbardo, Jonathan Littell, Emmanuel Carrère, Gilles Leroy, Fred Vargas, Alexandre Dumas, Stendhal.

Matteo Colombo traduce dal 1999 narrativa americana contemporanea, teatro e cinema. Tra i suoi autori Don Delillo, Jennifer Egan, Chuck Palahniuk, David Sedaris, Michael Chabon, Dave Eggers, Donald Antrim, David Means, Charles Bukowski. Collabora come traduttore con le riviste «Vanity Fair», «D - la Repubblica delle donne», «Internazionale», «GQ», e «Marie Claire»; con il Teatro dell'Elfo e Il Teatro Libero di Milano, e con il Teatro Due di Parma. Dal 2012 insegna presso il master in traduzione letteraria Tradurre La Letteratura di Misano Adriatico. Il suo ultimo lavoro è la nuova traduzione del Giovane Holden di J. D. Salinger per Einaudi. Vive a Berlino.

Federica Manzon è nata a Pordenone nel 1981. Ha pubblicato i romanzi Come si dice addio (Mondadori 2008) e Di fama e di sventura (Mondadori 2011, premio Rapallo Carige, premio Campiello Selezione Giuria dei Letterati, premio Asti d’Appello). Ha pubblicato racconti e articoli per diverse riviste. Collabora con il quotidiano «Il Piccolo» ed è redattrice della rivista «Nuovi Argomenti». Lavora come editor della narrativa straniera Mondadori.

Jacopo De Michelis è nato a Milano nel 1968 e vive a Venezia, dove è responsabile della narrativa di Marsilio Editori. È stato traduttore, curatore di antologie e consulente editoriale. Insegna narratologia presso la NABA di Milano.

Anna Mioni (AC² Literary Agency) dal 1997 ha tradotto quasi sessanta libri dall’inglese e dallo spagnolo (Edith Wharton, Jonathan Coe, Douglas Coupland, Lester Bangs, Tom McCarthy, Sam Lipsyte, Jon McGregor…). È tra i segnalati al Premio Monselice per la traduzione nel 2008 e 2009. Ha lavorato nelle redazioni di Aries (Franco Muzzio Editore, Arcana) e Alet Edizioni. Per tredici anni è stata bibliotecaria digitale part-time. Insegna traduzione al Master “Tradurre la Letteratura” della FUSP di Misano Adriatico (RN) e tiene seminari per l’Associazione Griò e la European School of Translation. Nel marzo 2012 ha lanciato la sua agenzia letteraria internazionale, AC² Literary Agency.

Anna Nadotti lettrice per passione e per professione, traduttrice, editor e consulente editoriale Einaudi per le letterature del subcontinente indiano. Ha curato, tra l’altro, la traduzione delle opere di AS Byatt, di Anita Desai, di Amitav Ghosh; delle lezioni americane di Orhan Pamuk, Romanzieri ingenui e sentimentali; e la nuova traduzione della Signora Dalloway (2012) e di Gita al Faro, di Virginia Woolf (2014). In quanto editor, il suo lavoro più recente è il carteggio con Matteo Colombo sul Giovane Holden. Scrive per «Leggendaria», «www.einaudi.it» Per «Pordenone Dedica» ha curato il volume, Dedica ad Anita Desai, 2006. Ha ricevuto il Premio AVA per la Cultura 2013 – Venezia. Collabora con la Scuola Holden di Torino. Ha tenuto seminari di letteratura e/o traduzione in varie sedi (Università di Torino, Ca’ Foscari a Venezia, Master in traduzione dell’Università di Pisa, Libera Università delle Donne di Milano, Master in traduzione dell’Agenzia TuttoEuropa di Torino). Due suoi brevi saggi recenti sono “Le parole per dirlo mentre il tempo passa”, in Il traduttore visibile, a cura di Teresina Zemella e Sandra M. Talone, Università Parma editore, 2013 e “You have written my story”, in Rosamond Lehmann, Risposte nella polvere, Einaudi, 2014.

FORM PER L'ISCRIZIONE


Ci sono ancora posti disponibili per il laboratorio di francese.
Il laboratorio di inglese è al completo: compila e invia ugualmente il form se sei interessato a ricevere in anteprima le informazioni sulle future iniziative formative riguardanti la traduzione.


File word o pdf del peso massimo di 2 MB, nominato con i tuoi dati personali come segue: cognome_nome.doc (o .pdf) senza inserire spazi, accenti o apostrofi
Inglese Francese


* campi obbligatori
** per compilazione fattura
* Dichiaro di aver preso visione dell'Informativa privacy sul trattamento dei dati D.Lgs. n.196/03.
* Dichiaro di aver preso visione e di accettare le condizioni per l'adesione.