Il Festival

Conoscere, incontrare: uno scrittore, una città

15 settembre 2022

Si chiama "Conoscere, incontrare: uno scrittore, una città" il nuovo progetto promosso da Crédit Agricole FriulAdria e Fondazione Pordenonelegge.it, rivolto a studenti delle scuole superiori del Friuli Venezia Giulia: hanno infatti partecipato 9 classi degli istituti Le Filandiere di San Vito al Tagliamento, ISIS Magrini di Gemona, Kennedy di Pordenone, Marinelli di Udine, Marconi di Portogruaro e il Liceo XXV di Portogruaro. La proposta era finalizzata non solo all’approfondimento della conoscenza di un autore, sul piano strettamente didattico per il lavoro a scuola; ma anche ad aprire a un pubblico più vasto la conoscenza degli autori di rilievo del territorio, fornendo una mappa dei luoghi della sua vita quotidiana e ponendoli in relazione con l’opera, per offrire l’esperienza di un vero incontro con la città e con l’autore, o con uno dei maggiori conoscitori della sua opera. Il lavoro si è concretizzato nella realizzazione di vere e proprie video produzioni, cinque docu-film dedicati ad altrettanti autori veneti o friulani, collocati nel contesto della loro città: sono il poeta Umberto Saba sullo sfondo di Trieste attraverso il racconto del critico Roberto Galaverni, lo scrittore Goffredo Parise ripercorso nella sua Vicenza con la guida di Silvio Perrella, il poeta Andrea Zanzotto ritrovato nelle sue terre, a Conegliano Valdobbiadene, attraverso le parole di Mario Villalta; e ancora Ferdinando Camon che si racconta a Padova e la scrittrice Antonia Arslan che esplora la sua Venezia. Dei cinque docu-film si parlerà, così come dell’intero progetto, alla 23^ edizione di pordenonelegge venerdì 16 settembre, alle 11 nella Sala Ridotto del Teatro Verdi, in occasione dell’incontro con Luciano Cecchinel e Matteo Giancotti, condotto dal direttore artistico di pordenonelegge, Gian Mario Villalta. Sarà una vetrina di presentazione in cui troverà spazio anche la premiazione dei migliori video, tutti della durata di circa 20 minuti. I cinque docu-film saranno poi visibili online da tutti, sui social di Fondazione Pordenonelegge.

torna indietro

Attendere prego...