Il Festival
Concorsi

Ecco i vincitori di Caro autore 2022

17 settembre 2022

«I quattro appuntamenti legati al “Caro Autore” – dichiara la curatrice di pordenonelegge Valentina Gasparet – hanno registrato tutti il sold out, sono stati stupendi, spesso molto commoventi, nell'edizione che ha riportato in presenza le scuole a pordenonelegge».

Quest’anno i partecipanti hanno inviato le loro lettere ad Anna Woltz, che firma il libroAlaska” (Beisler editore, 2021), a Silvia Vecchini e Sualzo autori del graphic novelLe parole possono tutto” (Il Castoro, 2021), a Jean-Claude Mourlevat perIl fiume al contrario” (Rizzoli, 2022), e a Marco Malvaldi e Samantha Bruzzone perChiusi fuori” (Mondadori, 2022).

Ed ecco i vincitori del “Caro autore, ti scrivo…” 2022, rispettivamente primo, secondo e terzo classificato, premiati durante gli incontri con gli autori al festival. Per Alaska Agnese Maria Rigato della Scuola media Balliana Nievo - Sacile (PN), Rachele De Poi della Scuola media Lozer Torre – Pordenone e Valentina Mazzetti della Scuola media Lozer Torre - Pordenone; per Le parole possono tutto Aurora Passini dell’Istituto comprensivo Prevalle - Brescia, Cecilia Battistella della Scuola media Lozer Torre – Pordenone ed Elia Arreghini della Scuola media Lozer Torre - Pordenone (ora Istituto Comprensivo Pordenone Centro); per Il fiume al contrario primi classificati ex aequo Sofia Di Piazza della Scuola media P. P. Pasolini – Pordenone e Leonardo Pravadelli della Scuola media Don Bosco - Legnago, al secondo posto Emma Copat della Scuola media Lozer Torre – Pordenone e Anna Caron Scuola media Balliana Nievo - Sacile (PN). Infine per Chiusi Fuori Chantal Paroni della Scuola media P. P. Pasolini - Pordenone, Virginia Borsato della Scuola media G. Corazzin - Arcade (TV) e Francesca Mondo della Scuola media I. Nievo - S.Donà di Piave (TV).

I primi premi per i vincitori sono stati messi a disposizione dall'Associazione La Voce di Pordenone.

«Bello tornare a parlare di libri – sottolinea Beatrice Masini – senza schermi e senza schemi insieme ad autori generosi di sé nella scrittura e dal vivo come Jean-Claude Mourlevat».

«Dare la voce alle lettere di Caro autore – spiega Vera Salton – è una emozione profonda, è vedere gli occhi che brillano di chi le ha scritte seduto in prima fila, è leggere parole dense, intense, precise, è vedere lo stupore sul volto degli autori, asciugarne con un sorriso la commozione, essere testimoni del loro costruire una risposta che sia all’altezza, parole di uno di loro, della profondità dei ragazzi. Le parole danno speranza, i ragazzi danno speranza e certezze che le parole possono essere raccolte e crescere, e nutrire tutti noi».

La giuria di quest’anno era composta da Beatrice Masini (Presidente), Caterina Ramonda, Vera Salton, Sara Marconi e Alice Maddalozzo della Puppa; e coordinata da Valentina Gasparet.

torna indietro

Attendere prego...